DIY DaWanda

DIY – do it yourself: il mercato del fai da te dilaga sul web

Un fenomeno che sta letteralmente dilagando sul web è il DIY, “do it yourself”, il fai da te che da semplice mania si è trasformato in una reale opportunità di lavoro per tanti creativi.

Grazie alla crisi, che ha costretto molte persone a ripensare la propria vita lavorativa, in tanti hanno deciso di mettere a frutto il loro talento e la loro passione, trasformando così il proprio hobby in un vero e proprio lavoro. Il connubio tra creatività e internet, poi, ha fatto la differenza. Il web ha trasformato questi nuovi artigiani in “crafters”, artisti di tendenza, che grazie al commercio elettronico hanno iniziato a vendere nei negozi online i propri prodotti realizzati a mano. E’ esploso così un vero e proprio business!

DaWanda: commercio online dedicato alla creatività

DaWanda è la più grande piattaforma europea di commercio online dedicata ai prodotti “handmade”, fatti a mano, fondata nel 2006 a Berlino, con una sede anche in Italia, a Milano.

Su DaWanda è possibile trovare prodotti per lui e per lei, per grandi e piccini, adatti per ogni occasione e per tutte le tasche. Abiti, accessori, gioielli, oggetti per la casa e molto altro ancora, tutti prodotti originali e unici, realizzati con cura e con amore. Il nome DaWanda, termine africano che significa “unica”, è stato scelto proprio per sottolineare la natura artigianale dei prodotti commercializzati. La forza di questa piattaforma è quindi quella di offrire una valida alternativa alla produzione e al consumo di massa, riscoprendo le tradizioni e valorizzando le persone.

DaWanda è anche social!

DaWanda si caratterizza inoltre per il forte orientamento social. La piattaforma è uno spazio online aperto da un lato ai venditori (artigiani, creativi, designer, marchi indipendenti), dall’altro agli acquirenti amanti dell’artigianato, appassionati di prodotti fatti a mano.

Non solo è un luogo dove poter vendere e acquistare, ma anche un punto di ritrovo, di scambio di idee per produttori e consumatori: questi ultimi possono contattare direttamente i designer per chiedere maggiori informazioni sui prodotti o per personalizzarli e rimodellarli secondo le proprie esigenze; oppure possono entrare in contatto con gli altri compratori per scambiarsi consigli, pareri e raccomandazioni sui vari designer. Il sito inoltre, attraverso video tutorialworkshoplaboratori online e offline, si rivolge anche a tutte le persone interessate all’artigianato, che desiderano semplicemente migliorare le proprie capacità artistiche e creative, non necessariamente vendere o acquistare online.

DaWanda è un buon trampolino di lancio

Con un minimo investimento i designer hanno la possibilità di incrementare il proprio business vendendo le proprie creazioni sul mercato nazionale e internazionale (Germania, Regno Unito, Francia, Italia, Olanda, Spagna, Polonia). Le opportunità che questa piattaforma può offrire sono notevoli: essa presenta un’audience potenziale di più di 2,5 miliardi di compratori, 4 milioni di prodotti esposti, 10.000 nuovi prodotti inseriti ogni giorno, un articolo di abbigliamento venduto ogni minuto, un accessorio ogni 30 secondi, 100 milioni di vendite totali registrate l’anno scorso. (fonte: l’Espresso).

Per aiutare i designer a posizionarsi con successo all’interno della piattaforma, DaWanda si avvale di un team dedicato al supporto e al training. In aggiunta a questo servizio, offre assistenza legale, consulenza marketing, materiale informativo in versione online e cartaceo, per supportare i creativi nelle varie attività, come ad esempio l’utilizzo dei social media per farsi pubblicità o la realizzazione delle foto per valorizzare al massimo i prodotti.

A questo punto non resta che seguire l’ispirazione e provare… do it yourself!

Tags:
Antonella Fontebasso
[email protected]
No Comments

Post A Comment