Cliente con commessa in una boutique

Retail e Omnichannel: ecco la strategia che soddisfa il cliente

Dalla configurazione online del prodotto a un sistema di loyalty integrato, il consumatore è più soddisfatto se interagisce con diversi canali. La digital fashion agency, AEFFE Lab, spiega come creare un’esperienza di acquisto interattiva e omnichannel.

Il consumatore non vuole più sentirsi un soggetto passivo, in uno scenario dominato dal sovraffollamento dell’offerta e dalla guerra dei prezzi: è in grado di informarsi e confrontare i prodotti, di scegliere tra diversi canali e di esprimere valutazioni che influenzano gli altri. Vuole essere posto al centro dell’attenzione, desidera vivere esperienze d’acquisto appaganti, sentirsi unico.

Ma si può soddisfare un cliente così consapevole? Angela Boggian, Antonella Fontebasso e Fabio Genovese, fondatori di AEFFE Lab, Web Agency specializzata nel Fashion E-Commerce, rispondono a questa domanda: “Le aziende ci chiedono di aiutarle ad accontentare questo nuovo tipo di consumatore: ciò è possibile soltanto adottando un approccio omnichannel che permetta all’utente di interagire tra i diversi canali contemporaneamente e in modo intercambiabile”.

Ecco che la tecnologia mette a disposizione dei brand tante opportunità: oggi si possono integrare magazzini reali e virtuali, programmare consegne flessibili, attivare un servizio di click & collect, accettare resi da casa e in negozio, sincronizzare le fidelity card online e offline, raccogliere dati su tutti gli acquisti, ma non solo.

Per rendere il cliente davvero partecipe nel processo di vendita, bisogna farlo sentire un vero “designer” e assecondare il suo desiderio di avere un’esperienza d’acquisto personalizzata e coinvolgente. Nasce così il Configuratore 3D, un’interfaccia web che permette di personalizzare online un prodotto. “La personalizzazione avviene attraverso fasi successive in cui è possibile scegliere tra diverse combinazioni – raccontano i fondatori di AEFFE Lab – Un’anteprima tridimensionale sempre visibile si aggiorna costantemente sulla base delle preferenze selezionate dall’utente e mostra un prodotto finale molto realistico”.

L’utente in grado di costruire progressivamente il prodotto che desidera e che lo fa in maniera veloce e intuitiva sarà più soddisfatto e disposto anche a pagare di più. Quello che finora era concepibile solo in negozio, attraverso il contatto diretto con l’artigiano o il sarto, diventa estremamente facile anche a livello digitale. Si favorisce così l’integrazione tra online e offline, permettendo di replicare su un sito web un’esperienza che solo lo store poteva offrire. D’altra parte, le tecnologie di Rendering 3D e la raccolta di dati che riguardano le preferenze online, offrono un valido aiuto anche ai retailer nella vendita di prodotti su misura di chi hanno di fronte, creando un circolo virtuoso di multicanalità.

Per soddisfare un cliente intelligente, oggi bisogna conoscerne abitudini, personalità, gusti e comportamento, sia online che offline, e forse così si avranno gli strumenti giusti anche per sorprenderlo e emozionarlo.

 

Per leggere l’articolo su Fashion, clicca qui e vai a pagina 151 >>

 

VUOI ISCRIVERTI ALLA NOSTRA NEWSLETTER?

 

Iscriviti per rimanere aggiornato sulle ultime novità,
gli eventi e gli approfondimenti dal mondo dell’e-commerce e del digital marketing.

 

Simona Menna
[email protected]
No Comments

Post A Comment