Online Shopping E-commerce Portatile Business

E-commerce: vantaggi e svantaggi della vendita online

Con questo articolo vorremmo iniziare una serie di approfondimenti sul tema dell’e-commerce, che sta registrando una crescita esponenziale negli ultimi anni, e in particolare analizzarne vantaggi e svantaggi.

Oggi il tempo speso sul web dai consumatori è in continuo aumento e il trend degli acquisti online è in costante crescita, così sempre più aziende decidono di investire nell’e-commerce con l’obiettivo di aumentare i profitti.

Secondo i dati dell’Osservatorio eCommerce B2c Netcomm del Politecnico di Milano l’e-commerce in Italia ha registrato un 18% di crescita nel 2016, cui dovrebbe seguire un ulteriore 20% di incremento nel 2017, e gli e-Shopper italiani sono raddoppiati, passando da 9 a 18 milioni.

Ma attenzione: aprire un negozio online non è di per sé garanzia di successo. Per poter vendere, non basta che un sito e-commerce sia online. La gestione di un e-commerce richiede tempoimpegno e investimenti. Prima di avviare un e-commerce quindi è opportuno fare alcune considerazioni.

 

Woman shopping online and making mobile payments

 

Innanzitutto, è doveroso sfatare due false credenze.

  1. Aprire un negozio online non è facile.

E’ un progetto piuttosto complesso, che richiede specifiche competenze e diverse risorse (umane ed economiche) per la creazione e gestione del sito e-commerce oltre che per le attività di digital marketing finalizzate a promuovere lo shop online.

  1. Aprire un negozio online non è poco costoso.

Certo, rispetto al negozio fisico, vengono abbattuti alcuni costi di gestione, sia fissi che variabili, come affitto, bollette, dipendenti. Avviare un e-commerce, però, vuol dire aprire un altro punto vendita, benché virtuale, che richiede non solo un investimento iniziale, ma continuo.

Analizziamo ora i vantaggi e gli svantaggi dell’apertura di un negozio online.

Vantaggi di un e-commerce

 

  1. Abbatte i confini geografici, consente di rivolgersi ad un mercato globale ampliando così la base di potenziali clienti.
  2. E’ sempre aperto, 24 ore su 24, 7 giorni su 7. I consumatori possono effettuare gli acquisti ovunque si trovino, in qualunque momento della giornata, con la comodità della consegna a domicilio.
  3. Offre prezzi competitivi. L’apertura di un e-commerce consente la vendita diretta dei prodotti a prezzi ribassati perché riduce i costi legati alla distribuzione attraverso intermediari e garantisce quindi maggiori ricavi.
  4. Affiancare l’e-commerce ai negozi già presenti sul territorio permette di aumentare le vendite dei negozi fisici, in particolare in un’ottica di omnicanalità, ovvero di integrazione tra i canali di vendita online e offline.
  5. Consente di tracciare il comportamento dei visitatori sul sito, come il numero di visite, la provenienza geografica, il tempo di permanenza, le pagine visitate, gli acquisti effettuati, e di profilare i clienti raccogliendo una grande quantità di dati utili alla vendita
  6. Garantisce una burocrazia e una gestione più snella. Attività come fatturazione, spedizioni, ordini, diventano più facili e veloci da gestire perché svolte direttamente attraverso la piattaforma e-commerce.

 

Svantaggi di un e-commerce

 

  1. Amento della concorrenza diretta. Se con l’e-commerce si accede ad un mercato più vasto e aumenta la fetta di potenziali clienti, in maniera esponenziale aumentano anche i competitor. Ottenere la dovuta visibilità online all’interno del settore non è quindi né facile né scontato. Acquisire nuovi clienti è possibile, ma solo con la giusta strategia di SEO e Inbound Marketing per portare i visitatori sul proprio sito, e soprattutto prevedendo un budget per le campagne pubblicitarie su Google AdWords e sui Social Network.
  2. La mancanza di contatto fisico con il prodotto. Nel negozio online il cliente non può toccare con mano il prodotto, né provarlo. Da qui deriva l’importanza del copywriting e del photoshooting, che dovranno essere invitanti e persuasivi per spingere i clienti all’acquisto. Le descrizioni dei prodotti dovranno essere esaurienti e fornire tutte le specifiche tecniche; le foto dovranno essere di buona qualità e mostrare il prodotto sotto diversi punti di vista.
  3. L’assenza di addetti alla vendita. Nel negozio online generalmente i clienti acquistano in autonomia, o meglio in totale solitudine, senza che l’azienda possa consigliare, suggerire e guidare l’utente nel percorso di acquisto. Per questa ragione è necessario dotarsi di live-chat, uno strumento diventato ormai indispensabile per l’e-commerce perché fornisce un aiuto immediato ai clienti, sia in termini di navigabilità e fruibilità del sito, che di supporto pre e post-vendita.
  4. La mancanza di fiducia è un altro svantaggio. I clienti, soprattutto in Italia, hanno scarsa fiducia dei siti e-commerce, in particolare degli strumenti di pagamento online. Anche in questo caso è di fondamentale importanza la presenza di un supporto di live-chat sul sito, affinché il cliente si senta seguito passo dopo passo, più sicuro e quindi più propenso all’acquisto. Un altro elemento che incide positivamente sulla propensione all’acquisto è la presenza dei feedback dei clienti. Poter leggere le opinioni dei clienti che hanno già acquistato sul sito, aumenta notevolmente la fiducia nei confronti dell’azienda venditrice.
  5. tempi di attesa per ricevere la merce e i costi di spedizione, a carico dell’azienda o del cliente, possono costituire a volte un deterrente. Per questo motivo molte aziende si stanno organizzando con servizi come il Click & Collect o Pronto Pacco, che consentono ai clienti di acquistare i prodotti sul sito e-commerce e successivamente di andare a ritirarli presso il punto vendita più vicino oppure presso i vari punti di recapito come Bar, Negozi ecc…

 

Young boy sitting on some books drawing his ideas on a wall while working on its computer

 

E-commerce: si o no?

 

I casi di e-commerce di successo sono molti, ma sono numerosi anche i casi di insuccesso. Ad oggi sono ancora tanti i preconcetti che alimentano la diffidenza delle aziende italiane nei confronti dell’e-commerce e che costituiscono un forte deterrente al lancio di un business online. L’e-commerce è un potentissimo canale di vendita solo se dietro c’è un progetto, per questo motivo è consigliabile affidarsi ad esperti del settore, sia per lo sviluppo del sito web che per la pianificazione di una strategia di marketing e di vendita online.

Speriamo che questo articolo e quelli a seguire possano essere un valido spunto di riflessione per tutti coloro che stanno valutando di aprire un negozio online. Dopo aver analizzato i pro e i contro dell’ e-commerce, nel prossimo articolo vedremo quali sono i 4 pregiudizi sull’ e-commerce fatali per il business online.

Per saperne di più e per una consulenza personalizzata

Tags:
Antonella Fontebasso
[email protected]

Digital Maven at Aeffelab.com. I support retail and fashion brands in their digital transformation and in developing their e-commerce business and online presence. Digital Marketing alongside B2B and B2C e-commerce are my areas of expertise. A Master’s degree in Digital Marketing after many years working inside fashion companies made me find my calling and I decided to venture into entrepreneurship with a digital marketing, e-business consulting and tailor-made e-commerce solutions agency, AEFFE Lab.

No Comments

Post A Comment